Skip to content

Free University of Bozen - Bolzano

Master di 2° livello in

Tecnologie e Infrastrutture Verdi: Progettazione e Gestione - Green Tech

Desideri sviluppare una professionalità per interpretare l´ambiente e il paesaggio secondo logiche di sostenibilità? Sei interessato a progettare tecniche di ingegneria naturalistica rispettose della biodiversità? Vuoi apprendere come monitorare l’ambiente con droni e sensori ottici per “rappresentare” il paesaggio con inedite forme di dettaglio attraverso metodi rapidi e oggettivi?

Description

Questo master universitario si rivolge a laureati magistrali in varie discipline tecnico-scientifiche e offre una preparazione interdisciplinare indispensabile per gestire gli aspetti di progettazione e gestione delle cosiddette Green Infrastructures (GI).  Esse rappresentano per l’UE strumenti atti a fornire vantaggi ecologici, economici e sociali attraverso soluzioni naturali. Il corso fornisce, così, una qualifica specifica nella progettazione degli interventi di recupero, come la riqualificazione e la rinaturalizzazione, relativi ai versanti in erosione, alla stabilizzazione delle frane e delle sponde dei corsi d'acqua, alle sistemazioni idraulico-forestali nei bacini montani, alla ricostituzione ex-novo e al restauro di ambienti naturali danneggiati, con particolare riferimento ai territori compresi all'interno di aree naturali protette.

Il corso in breve

Crediti ECTS: 60
Durata: 1 anno (da settembre 2017 a luglio 2018)
Lingue di insegnamento: italiano e inglese
Posti disponibili: numero minimo 15 e numero massimo 30
Campus: Bolzano
Tassa di iscrizione: 5.659,50 € (comprensivo di tassa provinciale per il diritto allo studio e di imposta di bollo)

Struttura

L’offerta formativa è articolata su un percorso di studi di 1500 ore complessive, delle quali: 500 erogate come didattica frontale, 100 per attività progettuali finalizzate alla stesura dell'elaborato finale.

 

Sono cinque gli ambiti principali oggetto del piano degli studi:

  1. basi multidisciplinari;
  2. ecologia, territorio e paesaggio;
  3. progettazione delle Infrastrutture Verdi (GI);
  4. realizzazione e gestione delle GI;
  5. norme e metodi di valutazione.

 

L’erogazione della didattica avverrà in maniera da consentire ai professionisti di conciliare la formazione con lo svolgimento di una regolare attività lavorativa. Si prevedono le seguenti forme:

  • settimana standard, tre mezze giornate da 4 ore, concentrate tra il venerdì ed il sabato;
  • settimana piena, tutti giorni con 8 ore di lezione, solo venerdì limitato a mezza giornata;
  • settimana lunga, concentrata in due giornate “più che piene”, ragionevolmente venerdì e sabato, prevedendo anche trasferimenti in bus con lezioni e chiarimenti erogati a bordo dal docente durante il transito; ideali per uscite con pernottamento fuori sede).

Piano degli studi

Insegnamenti offerti

 

Sbocchi professionali

Il master ha l’obiettivo di formare nuove figure professionali che possano inserirsi nell'ambito delle attività libero-professionali di diverse tipologie di albi (dottori agronomi e forestali, paesaggisti, ingegneri). Gli studenti si impadroniranno di competenze multidisciplinari che li metteranno in grado di spaziare dalla consulenza tecnico-scientifica per imprese private, all’assistenza in strutture tecniche delle istituzioni pubbliche preposte alla tutela ambientale (Parchi naturali, Comuni, Province, Regione), nonché presso gli uffici dell'Unione Europea e delle Organizzazioni Internazionali.

Preiscrizione

  1. Candidatura online: dal 18 maggio al 20 luglio 2017
  2. Criteri di selezione: voto di laurea, altri titoli valutabili (pubblicazioni, esperienze lavorative, attività di ricerca, corsi di specializzazione) e colloquio
  3. Pubblicazione graduatorie: 4 agosto 2017

Manifesto degli studi

Preiscriviti qui

Graduatoria

Info attivazione corso


Il Master di II livello in “Tecnologie e Infrastrutture Verdi: Progettazione e Gestione - Green Tech” non sarà attivato nel prossimo anno accademico 2017-2018 presso la Libera Università di Bolzano a causa dell’insufficiente numero di candidature pervenute.

Copyright

 

Foto: Carmen Buffa

Feedback / richiesta info