Skip to content

Libera Università di Bolzano

Il prof. Antonio Liotta, responsabile del Master di 1° livello.
Il prof. Antonio Liotta, responsabile del Master di 1° livello.

Comunicati stampa

Al via il Master per i professionisti* del Cloud Computing

La Facoltà di Scienze e Tecnologie informatiche proporrà, da settembre di quest’anno, un percorso formativo per laureati di primo livello in Applicazioni Cloud Native in Ambiente virtuale. Un’esperienza formativa che consentirà ai partecipanti* di specializzarsi nello sviluppo di applicazioni sicure ed efficienti in ambiente Cloud, sfruttando le ultimissime tecnologie di digitalizzazione e virtualizzazione.

“Abbiamo deciso di inaugurare questo nuovo percorso annuale, post-laurea, per rispondere al bisogno, evidenziato anche dai costanti confronti con i portatoti di interesse del territorio, di nuove figure di sviluppatori di software, che possiedano competenze avanzate di sistemi operativi, basi di dati, cloud computing e sicurezza informatica”. Antonio Liotta, professore di Data Science alla Facoltà di Scienze e Tecnologie informatiche, motiva così la decisione di avviare il Master di 1° livello in “Applicazioni Cloud Native in Ambiente virtuale” che partirà all’inizio del prossimo anno accademico, 2022/23.

Nato dall’idea di formare studenti* e giovani professionisti* dell’Information Technology capaci di sviluppare applicazioni sicure ed efficienti in ambiente Cloud, l’obiettivo del Master è colmare il gap formativo che riguarda chi opera a cavallo fra la gestione dei sistemi informativi e lo sviluppo di applicazioni convenzionali. “Dato l’elevato contenuto tecnico-specialistico, le lezioni teoriche sono accompagnate da altrettante esercitazioni, durante le quali i partecipanti avranno l’opportunità di sviluppare e testare applicazioni complesse su sistemi tipicamente usati nel mondo del lavoro, quali VMware, vSphere, SQL, MongoDB, AWS, e Azure”, puntualizza Liotta.

Non solo teoria e attività in aula. Per mettere in pratica le competenze acquisite, il master prevede lo svolgimento di un progetto finale in una delle aziende partner che contribuiranno alle lezioni presentando un ricco portfolio di casi di studio e applicazioni. Ciò per offrire contenuti più aderenti ai bisogni reali del mondo dell’imprenditoria ma anche per rendere i diplomati del Master più appetibili sul mercato del lavoro. Il percorso formativo è organizzato in due parti, ciascuna comprendente un misto di teoria ed esercitazioni pratiche, seguite da un tirocinio in una delle aziende partner. La prima parte è dedicata allo studio della programmazione e dei sistemi più convenzionali. La seconda parte del master entrerà nel merito dei sistemi virtuali e dello sviluppo di applicazioni Cloud.

“Questo master risponde direttamente alla richiesta di professionisti di altissimo livello che sappiano orientarsi fra i meandri dei sistemi di virtualizzazione e Cloud computing, utilizzati ormai in tutti i processi aziendali, sia nel settore pubblico che in quello privato”, aggiunge Liotta.

Il Master, della durata di un anno, è sostenuto finanziariamente dalle seguenti imprese: VMware Italy Srl, Alperia Spa, Banca Popolare dell’Alto Adige Spa e ICOS Spa. 11 dei 16 posti di studio disponibili sono sponsorizzati dalle aziende tramite borsa di studio.

Informazioni sulle candidature (entro il 27 maggio 2022) il corso a: apply@unibz.it e +39 0471 012100

(zil)

Questo contenuto non è accessibile a causa delle tue preferenze sui cookie. Per favore modifica il tuo consenso per visualizzarlo.

Feedback / richiesta info