Skip to content

Libera Università di Bolzano

Competence Centre Regional History News

Nuova pubblicazione: Regioni di confine nella Guerra fredda

È uscito il nuovo numero di Storia e regione (30, 2021, 2) intitolato "Regioni di confine nella Guerra fredda", a cura di Karlo Ruzicic-Kessler

I confini e le regioni di confine come luoghi di divisione, separazione, conflitto, ma anche di transizione, connessione, incontro, cooperazione e scambio hanno giocato un ruolo centrale nella storia europea. Questo numero analizza vari questioni e aspetti della Guerra fredda nelle regioni europee di confine: Quale influenza hanno avuto i nuovi confini nell’Europa della Guerra fredda sulle comunità e sugli spazi economici, sociali e politici storicamente consolidati? Come hanno affrontato gli stati e le comunità la situazione nelle regioni di confine? Qual era il significato della “cortina di ferro” per le persone che volevano spostarsi dall’Est all’Ovest? Quali possibilità di cooperazione esistevano tra le regioni nei diversi contesti della Guerra fredda? Come si sono sviluppati i conflitti storici e le sfere politiche nelle regioni di confine oltre la divisione Est-Ovest? Questo numero presenta quattro esempi di esperienze di confine e di regioni di confine nell’Europa della Guerra fredda, che evidenziano diversi scenari e significati: la Rhön, il Burgenland, la regione Alpe Adria e l’Alto Adige.

Vai al numero

Questo contenuto non è accessibile a causa delle tue preferenze sui cookie. Per favore modifica il tuo consenso per visualizzarlo.

Feedback / richiesta info