Skip to content

Libera Università di Bolzano

Comunicati stampa

Business Informatics. A Bolzano, due conferenze internazionali

Nella prima settimana di ottobre, la Facoltà di Scienze e Tecnologie informatiche organizzerà a Bolzano due importanti conferenze internazionali dedicate all’informatica aziendale: CoopIS 2022 (International Conference on Cooperative Information Systems) dal 4 al 7 ottobre e, in parallelo, EDOC (Enterprise Computing Conference) dal 3 al 7 ottobre 2022. Il focus? I sistemi informativi cooperativi (CIS), essenziali in ogni azienda, poiché consentono l’interazione tra persone, organizzazioni e sistemi per mezzo di servizi flessibili, scalabili e intelligenti.

Qual è l’importanza dei cosiddetti “sistemi informativi cooperativi” (CIS)? “Il campo della CIS integra i risultati della ricerca di diverse aree dell’informatica, come i sistemi distribuiti, le tecnologie di coordinamento, il processo decisionale collaborativo, l’architettura informatica aziendale, la gestione dei processi aziendali e la modellazione concettuale”, spiega il prof. Giancarlo Guizzardi, docente brasiliano di origini italiane e organizzatore, insieme ai proff. Marco Montali e Fabrizio Maggi, delle due conferenze, “negli ultimi anni, in questi ambiti sono emerse contemporaneamente diverse tecnologie innovative: Cloud Computing, Service Oriented Computing, Internet of Things, Sistemi Semantici, Blockchain, ecc. che hanno aperto la strada alla nuova generazione di CIS”.

Nelle due conferenze CoopIS e EDOC, al NOI Techpark, i docenti di unibz presenteranno i risultati della ricerca e si confronteranno con i colleghi internazionali. Negli ultimi due anni, CoopIS era stata cancellata mentre EDOC si è svolta solo online. Quest’anno CoopIS, alla 28a edizione, ed EDOC, alla 26°, potranno finalmente contare su una partecipazione di 110 ricercatori*trici e professori*esse.

Particolare attenzione, durante le conferenze, sarà rivolta alla Data Analysis e al Process Modeling: “Aziende globali come Amazon, Netflix o Airbnb sono fondamentalmente enormi società di software”, spiega Guizzardi, “per esempio, Netflix è sia un’enorme piattaforma software che un’organizzazione. Per gestirne l’estrema complessità – che prevede l’interazione tra persone, macchine e organizzazione – sono necessarie competenze di gestione aziendale e anche di ingegneria del software. Il settore dell’informatica aziendale attinge da entrambi i settori per mettere a punto delle soluzioni alle richieste sempre più complesse delle aziende”.

Le relazioni principali degli*lle esperti*e internazionali

A CoopIS parteciperanno relatori di chiara fama come il prof. Daniel R. Isaacs che interverrà sul tema dei “Digital Twins” ovvero delle repliche digitali di oggetti, processi, persone, luoghi, infrastrutture, sistemi e dispositivi: un procedimento di virtualizzazione che può essere utile, ad esempio, anche in medicina: un tumore reale viene “specchiato digitalmente” per poterlo trattare sperimentalmente nel mondo digitale. In questo modo è possibile acquisire esperienza e nuove conoscenze da trasferire ed applicare nel mondo reale. La prof.ssa Carliss Y. Baldwin (Harvard Business School) proporrà l’intervento intitolato “We are all digital now”, incentrato sulle piattaforme e i processi nelle aziende moderne.

Il professor Giovanni Sartor dell’Università di Bologna affronterà il tema attuale degli standard etici e legali nell’informatica. “È il grande tema della gestione dei dati, della privacy, della tracciabilità di tutti i contratti legali e di come sviluppare sistemi software nel rispetto di norme etiche”, conclude Guizzardi. La conferenza affronterà anche altri temi come: l’intelligenza artificiale, l’integrazione dei dati e l’Internet delle cose o l’etica nella sanità.

Con queste due conferenze nel campus di Bolzano, il prof. Giancarlo Guizzardi si congederà dopo sei anni di insegnamento alla Facoltà di Scienze e Tecnologie informatiche. Il suo futuro professionale sarà in Olanda.

(zil)