Skip to content

Libera Università di Bolzano

Comunicati stampa

Minimizzare i costi e migliorare i processi con il “Process Mining”. A Bolzano il convegno internazionale per accademia e industria

Dal 23 al 28 ottobre, nel campus di Bolzano, si terrà un convegno che si rivolge non solo al mondo accademico ma anche alle aziende e agli enti pubblici locali. Il focus dell’evento è il “Process Mining” ovvero l’ambito dell’Informatica che studia il miglioramento dei processi, materiali e immateriali, con l’aiuto della data science e dell’intelligenza artificiale. “Grazie alle scoperte in questo campo, industrie e settore pubblico possono ridurre sprechi e inefficienze, contenere i costi, e migliorare la qualità dei propri processi, fondamentale in questo periodo”, commenta il prof. Marco Montali organizzatore della conferenza.

ICPM 2022 è organizzata dal prof. Marco Montali e dal Centro di ricerca KRDB per la conoscenza e i dati, della Facoltà di Scienze e Tecnologie informatiche, uno dei gruppi leader a livello internazionale nel campo della ricerca sul “Process Mining”, una delle innovazioni più importanti nel campo della gestione dei processi aziendali e area di ricerca che, da qualche anno riscuote sempre maggiore interesse sia in campo scientifico che industriale. Esso unisce le idee di modellazione e analisi dei processi da un lato e di data mining, intelligenza artificiale e machine learning dall’altro.

Il “Process Mining” aiuta le organizzazioni (aziende ma anche enti pubblici) a prendere decisioni più rapide e informate sul miglioramento dei processi grazie agli approfondimenti basati sui dati, che forniscono una vera e propria “impronta digitale” di cosa sta succedendo nella realtà. “Le tecniche di Process Mining consentono di estrarre conoscenza dai log che vengono registrati dai sistemi informativi odierni. Grazie a queste tecniche è possibile dedurre, monitorare, e migliorare i processi in una grande varietà di domini applicativi. Il crescente interesse per il Process Mining è dovuto essenzialmente a due motivi: da un lato, all’enorme disponibilità di dati che forniscono informazioni dettagliate sulle effettive esecuzioni dei processi nel mondo reale; dall’altro, alla necessità di migliorare e supportare i processi aziendali in ambienti competitivi e in rapida evoluzione”, spiega Marco Montali, che insegna Data and Process Modelling alla Facoltà di Scienze e Tecnologia informatiche.

Le aziende possono migliorare processi complessi, ottenendo una riduzione dei tempi medi di produzione, lavorazione o di consegna, quindi aumentare l’efficienza e ridurre i costi operativi. Possono andare al di là del mero calcolo di indicatori di performance (come ad esempio il tempo medio di completamento di un processo), fornendo indicazioni sulle ragioni alla base di tali indicatori (come ad esempio l’individuazione di colli di bottiglia e code nel processo). Possono anche ricorrere a soluzioni di Process Mining identificare deviazioni rispetto al corso atteso degli eventi, e valutare la conformità delle esecuzioni del processo rispetto a regole e buone pratiche. Alla luce dell’attuale impennata dei prezzi dell’energia e l’esplosione dei costi connessi, le tecniche di “Process Mining” possono rivelarsi un’arma efficace. E per questa ragione il convegno ICPM 2022 comprenderà una intera giornata dedicata alle aziende (con uno sguardo rivolto anche a quelle locali), in cui gli imprenditori e i manager potranno confrontarsi con aziende informatiche che propongono soluzioni avanzate di “Process Mining”, ma anche incontrare aziende che stanno utilizzando con successo soluzioni di “Process Mining” in un’ottica di miglioramento continuo dei propri processi.

“Ogni anno la conferenza attrae dalle 300 alle 400 persone, la metà delle quali è rappresentata da industriali, venditori, consulenti. Uno degli scopi dell’evento, oltre alla presentazione delle più recenti acquisizioni scientifiche ai colleghi da parte dei ricercatori, è aprire il campo a un dialogo maggiore tra utenti finali, sviluppatori, consulenti e ricercatori sullo stato dell'arte del Process Mining”, aggiunge Montali.

L’Industry Day, rivolto alle aziende, si terrà il 26 ottobre. Chi fosse interessato a questa singola giornata può iscriversi sul sito della conferenza https://icpmconference.org/2022/important-dates/

Nei corridoi del campus di Bolzano saranno inoltre presenti una dozzina di stand di aziende informatiche che propongono soluzioni avanzate nel campo del “Process Mining”.

(zil)