Skip to content

Libera Università di Bolzano

Prof. Michael Gaidoschik

Comunicati stampa

“Matematica, la scienza dei modelli”. A Bressanone torna Brima Primar"

Il 22 ottobre e l’11 novembre, alla Facoltà di Scienze della Formazione di Bressanone, si svolgerà Brima Primar, una conferenza sulla Didattica della Matematica che è diventata un appuntamento fisso.

350 iscritti*e ricaveranno suggerimenti concreti per la pratica dell’educazione matematica precoce nella scuola dell’infanzia e nella scuola primaria: un’esigenza non più differibile in un mondo basato sulla tecnologia come quello attuale, costruito su modelli matematici.

La matematica è la porta d'accesso alla scienza, e questa porta è così stretta e angusta che si può entrare solo come un bambino piccolo”.

Clifford (1845 – 1879)

Il prof. Michael Gaidoschik, organizzatore di Brima Primar, fa propria questa citazione che interpreta la matematica come porta d’accesso alla scienza.

“La novità della sesta edizione del convegno per i*le docenti di matematica è che abbiamo ampliato la nostra offerta con sei workshop, soprattutto per quanto riguarda l’educazione matematica precoce nella scuola dell’infanzia. Nel corso di ulteriori workshop cerchiamo esplicitamente di rivolgerci sia agli insegnanti della scuola dell’infanzia che a quelli della scuola primaria affrontando contenuti importanti per entrambi”. Il titolo del convegno di quest’anno è “Matematica, la scienza dei modelli”.

La relazione principale della prima giornata (in lingua tedesca) sarà curata dalla prof.ssa Anna Susanne Steinweg dell’Università di Bamberga che spazierà da come creare schemi con forme geometriche nella scuola materna all’algebra nel periodo di passaggio dalle scuole elementari alla scuola media. Gli stessi argomenti potranno essere approfonditi nei workshop. Inoltre, il convegno proporrà un’ampia gamma di workshop relativi all’educazione matematica precoce: dall’apprendimento del concetto di simmetria nella scuola dell’infanzia all’intreccio tra musica e matematica o tra estetica e matematica nella scuola dell’infanzia, dalla promozione del ragionamento matematico nella scuola dell’infanzia alla moltiplicazione “abile” di numeri a più cifre, dallo sviluppo della comprensione della divisione aritmetica di base (difficile per molti*e bambini*e) fino all’uso di app nelle lezioni di matematica della scuola primaria.

La novità è che il programma del convegno sarà suddiviso in due giornate: il 22 ottobre, con la relazione principale e 17 laboratori in due turni, al mattino e al pomeriggio, in tedesco; l’11 novembre, con un’altra relazione principale (a cura della prof.ssa Elisabetta Robotti, Università di Genova) e 4 laboratori (al pomeriggio) in italiano. Ciò in ragione del fatto che il 21-23 ottobre a Castel San Pietro (BO) si terrà il più grande convegno nazionale di didattica specialistica della matematica. “Per noi è molto importante raggiungere anche gli insegnanti di lingua italiana e gli insegnanti della scuola dell’infanzia, cosa che siamo già riusciti a fare abbastanza bene online l’anno scorso, la data dell’11 novembre è stata pensata appositamente per loro”, afferma Gaidoschik.

Gli*le organizzatori*trici Brima Primar attribuiscono alla matematica grande importanza già a livello della scuola primaria; l’educazione matematica precoce non deve essere lasciata al caso o all’intuizione personale degli insegnanti. In un mondo accademico costruito su materie in cui la matematica svolge un ruolo preponderante, la matematica è uno dei fondamenti della conoscenza per eccellenza. Questa convinzione è alla base della stretta collaborazione con l’amministrazione provinciale (Direzione Istruzione e Formazione) che ha sostenuto il convegno fin dai suoi esordi e riconosce la partecipazione alla conferenza come formazione per educatori e insegnanti.

Il prof. Michael Gaidoschik sottolinea che anche le aziende altoatesine apprezzano le competenze matematiche per la vita e lo sviluppo professionale degli*le studenti*esse: “Siamo riusciti ancora una volta a convincere aziende altoatesine come Durst, Alupress e Microtec, nonché la Fondazione Cassa di Risparmio di Bolzano e la casa editrice Klett, che la formazione matematica precoce è importante un territorio come il nostro in cui hanno sede aziende di punta nel settore dell’alta tecnologia”, conclude Gaidoschik.

La Giornata della Matematica per l’ambito primario a Bressanone ha l’obiettivo di proporre, una volta all’anno, stimoli per l’educazione matematica dai 3 agli 11 anni. Il convegno s’indirizza a tutti coloro che sono interessati all’educazione matematica in queste classi d’età, in particolare al personale specializzato pedagogico delle scuole dell’infanzia e agli insegnanti della scuola primaria

 (zil)