Skip to content

Libera Università di Bolzano

„By the Way“ titelt die neue Academia

Comunicati stampa

„By the Way“ titelt die neue Academia

Im Wissenschaftsmagazin von Eurac Research und unibz dreht sich diesmal fast gar nichts um die Pandemie. „By the Way“ lässt darauf schließen, dass es neben jedem Weg auch andere Wege gibt oder Abzweigungen.

Questo numero della rivista Academia si dedica proprio a questi argomenti. Ricercatrici e ricercatori raccontano gli studi che in questo periodo hanno portato avanti in altri settori: dalle energie rinnovabili alla storia, passando per la linguistica, le scienze naturali e la tecnologia.

Per esempio come ottenere città più verdi e sostenibili dal punto di vista ambientale per mezzo di una corretta pianificazione urbana. Un progetto europeo che vede coinvolte anche le città di Merano e Bolzano vuole sfruttare al meglio il potenziale di tetti verdi e giardini pensili. Un’altra storia singolare che la rivista propone in forma di fumetto riguarda gli escrementi umani centenari delle miniere di sale di Hallstatt, vicino a Salisburgo. Questi reperti ci raccontano le abitudini alimentari dei tempi preistorici, quando il gorgonzola e la birra erano già parte del menù. Questo numero di Academia ricorda anche gli italiani ex-sudditi dell’Impero austroungarico che solo dopo tanti anni e un periplo infinito che li condusse fino in Cina riuscirono a tornare a casa, che si trovava però in un altro Paese rispetto a quando erano partiti. In una intervista congiunta Alexander Jacob di Eurac Research e Oswald Lanz di unibz presentano vantaggi e limiti dell’intelligenza artificiale, sottolineando cosa gli esseri umani sapranno sempre fare meglio. Jacob si occupa di “insegnare” alle macchine come gestire enormi quantità di dati satellitari nell’Istituto per l’osservazione della Terra di Eurac Research; Lanz, da poco professore alla Facoltà di Scienze e Tecnologie informatiche, è esperto di computer vision e del suo impiego nei processi produttivi. “A proposito” è stato uno dei primi titoli provvisori del numero; poi si è pensato a “Tra parentesi” oppure “Mi viene in mente”. Ma alla fine la redazione ha trovato più appropriata l’espressione inglese “By the Way”, perché suggerisce che a ogni sentiero che possiamo seguire si possono anche aprire altre direzioni da intraprendere. Per la foto di copertina, questa idea è stata interpretata dalla fotografa Martina Jaider.

Academia è distribuita gratuitamente in Eurac Research e nella biblioteca della Libera Università di Bolzano. Ci si può abbonare, gratuitamente, scrivendo a: info@eurac.edu. La versione digitale è disponibile online.

(Eurac)

Feedback / richiesta info