Skip to content

Libera Università di Bolzano

Mensch mit Beinträchtigung bastelt an Kiste herum

Comunicati stampa

"Gäste-Ospiti-Guests": Inclusione, sostenibilità e tante idee creative

Alla fine del semestre estivo, il 10 e 11 giugno, studenti*esse e docenti della Facoltà di Design e Arti invitano nuovamente a una presentazione per condividere e celebrare il lavoro svolto.

Il design e l'arte forniscono risposte e ispirazione per le diverse sfide che la nostra società deve affrontare. Lo dimostreranno ancora una volta, in occasione dell'attuale "Gäste-Ospiti-Guests" (GOG), i 230 studenti*esse della Facoltà di Design e Arti, che finalmente potranno mostrare in presenza i loro lavori semestrali a tutti gli*le interessati*e il 10 e 11 giugno presso il campus di Bolzano dell'unibz, nonché nel fablab BITZ e nel coworking Space DRIN. Molti progetti, studio e corsi nell’ambito dell'arte, del design di prodotto, dell’allestimento, della comunicazione visiva, del video, della tipografia e del design eco-sociale sono stati sviluppati in collaborazione con organizzazioni regionali, aziende e privati - tra cui il progetto pilota "Design meets Handicap", una collaborazione tra gli studenti e le studentesse e il laboratorio per persone con disabilità della Comunità comprensoriale Val Venosta. La collaborazione tra gli*le studenti*esse e le persone con disabilità, proficua sotto molti punti di vista, ha portato anche a una serie di prodotti di design utili e duraturi.

Anche le domande scottanti sulla sostenibilità sono onnipresenti nelle opere. Ad esempio, nel progetto "Future Fibers", in cui vengono mostrate alternative alle pratiche distruttive dell'industria tessile, o con il progetto "Lagunando". In questo, gli studenti e le studentesse hanno reso tangibile il fragile equilibrio della laguna di Venezia intrecciando testimonianze auto-raccolte, storie dimenticate e dettagli nascosti in microstorie, che a loro volta hanno costituito la base per una serie di libri per bambini. Anche l'isolamento sociale dovuto alla pandemia viene affrontato e deliberatamente contrastato con un'attenzione particolare al lavoro di gruppo: con il titolo "Standard", gli*le studenti*esse utilizzano prodotti semilavorati per creare diverse esperienze collettive che ricordano la "Serie Putrella" di Enzo Mari. La cronica carenza di alloggi è stata affrontata nello studio "Who cares Real Estate Agency": nell’ambito di questo progetto gli studenti e le studentesse hanno fondato un’agenzia immobiliare che offre 2000 proprietà virtuali nelle migliori posizioni di Bolzano come l’università, il Museion oil Consiglio provinciale, a prezzi accessibili.

Un tour attraverso questa moltitudine di idee creative e proposte innovative, abbinato anche a conversazioni personali con gli studenti e le studentesse, è aperto a chiunque sia interessato. La mostra presso il campus di Bolzano, nel fablab BITZ (via Rosmini 9) e nel coworking DRIN (corso Italia 34) sarà inaugurata il 10 giugno alle 18.00 e potrà essere visitata fino alle 21.00; sabato 11 giugno sarà aperta dalle 11.00 alle 17.00.

su/09.06.2022