Skip to content

Libera Università di Bolzano

Il poster della mostra Diplorama

Comunicati stampa

La mostra degli studenti* della Facoltà di Design e Arti ritorna in presenza e con un nuovo formato

Diplorama! “Beyond Surfaces”. Dopo due anni in cui le esposizioni dei lavori di tesi degli studenti* sono state accessibili a visitatori esterni solo virtualmente, venerdì 18 marzo, alle ore 18, verrà inaugurata la prima edizione di Diplorama in presenza dall’inizio della pandemia. La novità: quest’anno le edizioni saranno tre, una dopo ogni sessione di laurea.

“Non mancano gli spazi: noi manchiamo negli spazi, e loro ci mancano!” Lo slogan con cui la Facoltà di Design e Arti promuove la prima edizione di Diplorama rende più esplicito il nuovo titolo della mostra dei lavori di laurea degli studenti* di Design e Arti: Diplorama! “Beyond Surfaces”. Scopo dichiarato dell’evento, curato dal ricercatore e docente Gianluca Camillini, è permettere agli studenti* la riappropriazione degli spazi dell’università che a causa della pandemia erano stati costretti ad abbandonare. La prima edizione dell’evento della Facoltà segnerà anche il ritorno del pubblico in presenza: ciò che negli ultimi due anni aveva fatto pesare la propria mancanza era proprio il dialogo faccia a faccia tra visitatori ed espositori.

Questo venerdì, 18 marzo, alle ore 18, fino a 100 visitatori potranno quindi ammirare le tesi del corso di laurea triennale in Design e Arti e della magistrale in Design Eco-Sociale e discuterne con gli artefici. In concomitanza alla mostra fisica e all’affissione promozionale dell’evento in città, i progetti degli studenti della sessione precedente – che non hanno avuto la possibilità di esporre il proprio progetto – sono stati affissi per le strade della città di Bolzano.

“Quest’anno Diplorama cambia format e veste. Non è più soltanto una mostra annuale bensì un appuntamento che si ripresenta nelle tre sessioni annuali e nei giorni successivi alle discussioni dei laureandi”, spiega il preside della Facoltà di Design e Arti, prof. Nitzan Cohen, “è un momento di festa e gioia, ma anche di cruciale importanza, nel quale gli studenti si trovano a dover fare il punto della situazione sul loro futuro. Da questa breve riflessione scaturisce l’interpretazione grafica "Diplorama!”. L’evento avrà d’ora in avanti un nuovo format base, chiaro e fisso, mentre la grafica annuale all’interno di esso cambierà in ogni edizione a seconda del curatore incaricato”. L’accesso è riservato a chi è in possesso di Super Greenpass (2G).

(zil)